REGIONE LAZIO – Bando sull’inclusione sociale

Regione-LazioBando per ventiquattro milioni di euro in tre anni (9 milioni e 600mila euro per 2017-2018 e 4 milioni e 800mila euro per il 2019) per progetti di orientamento e accompagnamento a percorsi di inclusione sociale attiva.

Il bando è rivolto ai soggetti del Terzo settore ed è destinato a persone in particolari condizioni di vulnerabilità e fragilità sociale, con lo scopo di accompagnarli ed orientarli in percorsi di rafforzamento personale e sostegno sociale e all’occupabilità futura.

Le categorie dei destinatari, i quali dovranno risiedere nella Regione Lazio, sono:

  • Donne vittime di violenza;
  • Giovani tra i 18 e i 29 anni in condizioni di disagio economico e sociale (inoccupazione persistente, famiglie multiproblematiche, condizioni a rischio per uso stupefacenti e micro criminalità);
  • Giovani adulti tra i 18 e i 35 anni con disabilità (art.3 comma 1 della legge 104/92) e/o disagio psichico medio-grave diagnosticato dalle strutture sanitarie pubbliche;
  • Persone tra i 16 e i 24 o tra i 25 e i 54 anni d’età , sottoposte ad almeno un provvedimento definitivo di condanna emesso dall’Autorità giudiziaria con limitazione o restrizione della libertà individuale, in regime di media sicurezza senza aggravanti di pericolosità sociale a 6/9 mesi dal fine pena;

Se i destinatari sono cittadini extra-comunitari, occorre che siano in possesso di un regolare permesso di soggiorno.

I progetti che verrano presentati dovranno possedere una componente di innovatività e dovranno avere una durata massima di 12 mesi e, per singolo destinatario, di 600 ore in 10 mesi

A seconda delle caratteristiche dei destinatari dovranno essere pianificate le seguenti azioni:

  • Azioni di empowerment;
  • Accompagnamento;
  • Sostegno psicologico;
  • Sostegno e counselling familiare;
  • Sostegno e counselling in materia di diritto civile, penale, fiscale e del lavoro;
  • Laboratori inclusivi;
  • Monitoraggio e valutazione;

La valutazione dei progetti sarà articolata in due distinte fasi:

  •  Verifica di ammissibilità formale, a cura dell’Ufficio responsabile del procedimento.
  •  Valutazione tecnica, effettuata da una Commissione nominata dal Direttore della Direzione Regionale Salute e Politiche sociali sulla base dei criteri di valutazione approvati dal Comitato di Sorveglianza del programma Operativo FSE Regione Lazio 2014-2020.

La Commissione attribuirà un punteggio complessivo per ogni progetto, con un valore massimo pari a 100. La soglia minima per essere ammessi è di 60/100.

L’erogazione del contributo avverrà in tre momenti:

  1. anticipo pari al 40% del contributo;
  2. secondo anticipo pari al 40% del contributo;
  3. pagamento finale commisurato all’importo riconosciuto.

Ciascun candidato (sia in forma singola che associata) può presentare massimo due progetti.

Scadenza: 15 Febbraio 2017 ore 17:00.

Per assistenza e supporto contatta lo staff di iSisto.